flourishing fioritura

Stagione culturale 2021-2022: “FLOURISHING: LA FIORITURA”

FLOURISHING: FIORITURA

 

Il destino di questo concetto è di essere l’inseparabile opposto di quello di languishing, in italiano languire, ossia la sensazione di apatia e immobilità che molti di noi hanno provato nei mesi scorsi, e in parte tuttora, come effetto del lungo periodo di pandemia.

 

Secondo Corey Keyes, psicologo che per primo ha proposto e raccontato questi temi, fiorire e languire sono i due estremi di un’unica linea. Per riflettere su uno non si può che partire dall’altro.

 

Dopo il lungo periodo pandemico e in questo particolare momento storico, vorremmo che le persone sentissero validato il senso di stallo, di vuoto, questa assenza di speranza, di fiducia e di direzione, tenendo presente che il senso, la speranza, la direzione, la spiritualità non sono opzioni ma fondamenta necessarie e indispensabili alla nostra vita e rispecchiano alcuni tra i nostri più importanti bisogni – individuali e collettivi.

 

Viviamo in un mondo che ci chiede continuamente di apparire attivi, produttivi, vincenti, positivi, piacenti, sorridenti. Nel tentativo e nell’illusione di inseguire un modello ideale le emozioni più spiacevoli vengono rifuggite, temute, negate, accantonate o sepolte finendo col diventare veri e propri tabù.

 

In realtà tutte le emozioni sono valide e necessarie, anche quelle percepite come le più fastidiose o dolorose.

Cercando di sbarazzarcene rischiamo di perdere pezzi di noi.

 

Discutiamo insieme di come tornare a fiorire, a prosperare, a sperare: il tema della FIORITURA sarà il fil rouge della nostra prossima stagione culturale.

Scopri qui la nostra brochure

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *